Esaminando il rapporto emulativo di Ov. epist. 20-21, elegie relative alla vicenda di Aconzio e Cidippe, con Catull. 65, 15-24, si ipotizza che il testo catulliano sia tramite per la rilettura del modello callimacheo contenuto nel terzo libro degli Aitia, sulla base di relazioni strutturali e, in particolare, di artifici linguistici, quali l'uso dell'aggettivo «conscius», la ripresa ovidiana della clausola del pentametro catulliano («ore rubor») e gli effetti fonici creati.

Porro, A., Conscius ore rubor. Aconzio e Cidippe da Callimaco a Ovidio (attraverso Catullo), in Castagna, L., Riboldi, C., Amicitiae templa serena. Studi in onore di Giuseppe Aricò, Vita e Pensiero, Milano 2008 2: 1371-1385 [http://hdl.handle.net/10807/11149]

Conscius ore rubor. Aconzio e Cidippe da Callimaco a Ovidio (attraverso Catullo)

Porro, Antonietta
2008

Abstract

Esaminando il rapporto emulativo di Ov. epist. 20-21, elegie relative alla vicenda di Aconzio e Cidippe, con Catull. 65, 15-24, si ipotizza che il testo catulliano sia tramite per la rilettura del modello callimacheo contenuto nel terzo libro degli Aitia, sulla base di relazioni strutturali e, in particolare, di artifici linguistici, quali l'uso dell'aggettivo «conscius», la ripresa ovidiana della clausola del pentametro catulliano («ore rubor») e gli effetti fonici creati.
Italiano
9788834313978
2
Porro, A., Conscius ore rubor. Aconzio e Cidippe da Callimaco a Ovidio (attraverso Catullo), in Castagna, L., Riboldi, C., Amicitiae templa serena. Studi in onore di Giuseppe Aricò, Vita e Pensiero, Milano 2008 2: 1371-1385 [http://hdl.handle.net/10807/11149]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/11149
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact