Le certezze dogmatiche ma superficiali della teologia vengono spazzate via da una religiosità primordiale e pagana, promiscua e allucinata. Anche il momentaneo ritorno alla civiltà e alla famiglia, che culmina in un grandioso affresco dell’incendio che distrusse Copenaghen nel 1795, non può nulla contro l’attrazione per il vuoto immenso della Groenlandia.

Basso, I., Il fiordo dell'eternità / traduzione di Leine, K., Profeterne i Evighedsfjorden, Guanda, Milano 2013: 594 [http://hdl.handle.net/10807/107253]

Il fiordo dell'eternità

Basso, I.
2013

Abstract

Le certezze dogmatiche ma superficiali della teologia vengono spazzate via da una religiosità primordiale e pagana, promiscua e allucinata. Anche il momentaneo ritorno alla civiltà e alla famiglia, che culmina in un grandioso affresco dell’incendio che distrusse Copenaghen nel 1795, non può nulla contro l’attrazione per il vuoto immenso della Groenlandia.
Italiano
Profeterne i Evighedsfjorden
9788823502406
Guanda
Basso, I., Il fiordo dell'eternità / traduzione di Leine, K., Profeterne i Evighedsfjorden, Guanda, Milano 2013: 594 [http://hdl.handle.net/10807/107253]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/107253
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact