Sembra una parola facile da pronunciare ma non è così. Non sempre riusciamo a dire grazie e a essere grati a qualcuno per ciò che ha fatto per noi. Eppure provare gratitudine è un'esperienza che fa stare bene colui che da e colui che riceve. E' il motore che , nel consentire il riconoscimento di un beneficio ottenuto, ci impegna a restituirlo, cementando le nostre relazioni personali esociali

Regalia, C., Paleari, F. G., Saper dire grazie, Il Mulino, Bologna 2016: 122 [http://hdl.handle.net/10807/101847]

Saper dire grazie

Regalia, Camillo
Primo
;
Paleari, Francesca Giorgia
Secondo
2016

Abstract

Sembra una parola facile da pronunciare ma non è così. Non sempre riusciamo a dire grazie e a essere grati a qualcuno per ciò che ha fatto per noi. Eppure provare gratitudine è un'esperienza che fa stare bene colui che da e colui che riceve. E' il motore che , nel consentire il riconoscimento di un beneficio ottenuto, ci impegna a restituirlo, cementando le nostre relazioni personali esociali
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Il Mulino
Regalia, C., Paleari, F. G., Saper dire grazie, Il Mulino, Bologna 2016: 122 [http://hdl.handle.net/10807/101847]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/101847
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact