La diagnosi pre-impianto viene proposta sempre più spesso nell'ambito delle procedure di fecondazione artificiale. La sua finalità, non terapeutica ma meramente selettiva, si inserisce nel contesto del cosiddetto "eugenismo liberale" e in un più ampio progetto di miglioramento della specie umana. In questo contributo, se ne analizzano gli aspetti tecnici, le motivazioni e le implicazioni bioetiche.

Di Pietro, M. L., Tra enhancement ed eugenetica: il caso della diagnosi preimpianto, in Kampowsky Stephan, M. D. (ed.), Migliorare l'uomo. La sfida etica dell'enhancement, Cantagalli, Siena 2011: 181- 199 [http://hdl.handle.net/10807/6245]

Tra enhancement ed eugenetica: il caso della diagnosi preimpianto

Di Pietro
2011

Abstract

La diagnosi pre-impianto viene proposta sempre più spesso nell'ambito delle procedure di fecondazione artificiale. La sua finalità, non terapeutica ma meramente selettiva, si inserisce nel contesto del cosiddetto "eugenismo liberale" e in un più ampio progetto di miglioramento della specie umana. In questo contributo, se ne analizzano gli aspetti tecnici, le motivazioni e le implicazioni bioetiche.
Italiano
Migliorare l'uomo. La sfida etica dell'enhancement
978 88 8272 601 0
Di Pietro, M. L., Tra enhancement ed eugenetica: il caso della diagnosi preimpianto, in Kampowsky Stephan, M. D. (ed.), Migliorare l'uomo. La sfida etica dell'enhancement, Cantagalli, Siena 2011: 181- 199 [http://hdl.handle.net/10807/6245]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/6245
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact