The use of this machine allows for strength training and muscle strength of upper limbs, shoulders and chest, with the advantage of sitting rather than supine position as with the use of barbells and dumbbells. The chest press machine is designed mainly for isotonic strengthening the pectoral muscles with an important involvement of the shoulders and back of your arms. Using these will work on the upper limbs alternatively to that performed with barbells and dumbbells on flat bench, inclined and declined. With the chest press are stimulated the triceps brachii, the pectoralis (large and small) and the band of the deltoid muscles (more emphasis on that front). The movement against resistance has led to loads of arms to push forward the associated extension at the elbows. The first chest press allowed only this last movement is not taking into account that the pectoral muscles also works as the adductor of the arm. Here, then, that greater caution in the process of design by manufacturers of tools, has allowed the change of the trajectory of the movement that, in a direction towards the forward, low and inside, it stresses the pectoral muscle to the fullest and correct. Also from the point of view of the R.O.M.

L utilizzo di questa macchina consente l allenamento della forza e della resistenza muscolare di arti superiori, spalle e pettorali, con il vantaggio di essere seduti anziché in posizione supina come accade con l utilizzo di bilancieri e manubri. La chest press è la macchina isotonica ideata principalmente per il potenziamento della muscolatura pettorale con un coinvolgimento importante anche di quella delle spalle e della parte posteriore delle braccia. Il suo utilizzo permette il lavoro sugli arti superiori in alternativa a quello svolto con bilancieri e manubri sulle panche piane, inclinate e declinate. Con la chest press vengono stimolati il tricipite brachiale, il pettorale (grande e piccolo) e la fascia dei muscoli deltoidi (maggior enfasi su quello anteriore). Il movimento contro resistenza a carichi guidati è di spinta delle braccia verso l avanti, associata all estensione dei gomiti. Le prime chest press permettevano solo quest ultimo movimento non tenendo conto che la muscolatura pettorale lavora anche come adduttore del braccio. Ecco, quindi, che una maggior accortezza in fase di progettazione da parte dei costruttori degli attrezzi, ha consentito la modifica della traiettoria del movimento che, seguendo una direzione verso l avanti, in basso ed all interno, sollecita il muscolo pettorale nel modo più completo e corretto. Anche dal punto di vista del R.O.M.

Cereda, F., Fitness Equipment: la chest press, <<TRAINER PIANETA ISEF>>, 2002; 2002 (Giugno): 12-18 [http://hdl.handle.net/10807/5097]

Fitness Equipment: la chest press

Cereda, Ferdinando
2002

Abstract

L utilizzo di questa macchina consente l allenamento della forza e della resistenza muscolare di arti superiori, spalle e pettorali, con il vantaggio di essere seduti anziché in posizione supina come accade con l utilizzo di bilancieri e manubri. La chest press è la macchina isotonica ideata principalmente per il potenziamento della muscolatura pettorale con un coinvolgimento importante anche di quella delle spalle e della parte posteriore delle braccia. Il suo utilizzo permette il lavoro sugli arti superiori in alternativa a quello svolto con bilancieri e manubri sulle panche piane, inclinate e declinate. Con la chest press vengono stimolati il tricipite brachiale, il pettorale (grande e piccolo) e la fascia dei muscoli deltoidi (maggior enfasi su quello anteriore). Il movimento contro resistenza a carichi guidati è di spinta delle braccia verso l avanti, associata all estensione dei gomiti. Le prime chest press permettevano solo quest ultimo movimento non tenendo conto che la muscolatura pettorale lavora anche come adduttore del braccio. Ecco, quindi, che una maggior accortezza in fase di progettazione da parte dei costruttori degli attrezzi, ha consentito la modifica della traiettoria del movimento che, seguendo una direzione verso l avanti, in basso ed all interno, sollecita il muscolo pettorale nel modo più completo e corretto. Anche dal punto di vista del R.O.M.
Italiano
Cereda, F., Fitness Equipment: la chest press, <<TRAINER PIANETA ISEF>>, 2002; 2002 (Giugno): 12-18 [http://hdl.handle.net/10807/5097]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/5097
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact